Il naso svolge una fondamentale funzione nell’equilibrio estetico del viso di una persona.

Se la conformità del naso presenta inestetismi tali da richiedere interventi come rimozione del gibbo (comunemente detta “gobba”), regolarizzazione della punta, restringimento delle narici, correzione di alcuni problemi di tipo respiratorio, è necessario intervenire chirurgicamente.

Se invece parliamo solo di lievi difetti estetici: quali una punta leggermente caduta,  l’angolo tra il labbro e il naso troppo chiuso, una gobbetta sul dorso, un angolo franto-nasale molto concavo ci si può affidare alla rinoplastica non chirurgica con la tecnica del “Rinofiller”.

Il  Rinofiller ha la peculiarità di cambiare il naso attraverso il rimodellamento dei volumi dei tessuti molli, non incide sulla morfologia dell’osso e delle cartilagine.

Il Rinofiller può essere applicato a tutte le età ed è  una tecnica poco invasiva.

In cosa consiste la tecnica?

Si tratta di usare dei “riempitivi”, i filler appunto, che, come l’acido ialuronico,  siano  biocompatibili.

L’acido ialuronico è parte integrante dei tessuti connettivi e dona alla pelle elasticità, pienezza e resistenza ripristinandone l’idratazione e favorendo la formazione di collagene.  L’acido ialuronico che si usa è una sostanza sintetizzata in laboratorio, non crea né allergia né reazioni immunologiche.

 

Come si svolge l’intervento?

La rinoplastica non chirurgica si esegue ambulatorialmente e consiste nell’inserzione del materiale da impianto attraverso piccole iniezioni nel tessuto sottocutaneo. È una tecnica  non dolorosa, dopo ave eseguito l’anestesia locale, ed è ben accettata dai pazienti. Nel caso di correzione della punta del naso l’inserimento viene eseguito in un piano più profondo ed in piccole quantità.  In alcuni casi particolari la punta può essere innalzata con l’utilizzo del botulino. Iniettato tra le narici riduce l’attività del muscolo che porta la punta del naso a tendere verso il basso . Dopo il trattamento non serve nessuna medicazione per cui è possibile ritornare alla vita quotidiana immediatamente. Anche il risultato è immediato.

Quando dura il risultato ottenuto?

L’utilizzo di filler riassorbibili come l’acido ialuronico  condiziona la durata del risultato, legato appunto alla durata del riassorbimento. In genere un trattamento persiste per un periodo variabile tra gli 8 e i 12 mesi: tale periodo dipende dalla risposta soggettiva. Pazienti diversi hanno diversa velocità di riassorbimento.  Il trattamento può essere ripetuto nel tempo senza particolari conseguenze.

Come per tutti gli interventi specialistici anche per il Rinofiller è fondamentale rivolgersi a chirurghi plastici con provata esperienza in rinoplastica “classica“ chirurgica. Chirurghi il cui percorso formativo abbia previsto trainigs specifici, constatabili dal curriculum professionale, capaci quindi di valutare l’applicabilità della tecnica e le possibili criticità.